Servizi alle Persone

Corso di educazione alle differenze affettive e sessuali


Scuola e bisogni

Il Cirps Consortium, consorzio universitario della Sapienza, Università di Roma e il Dipartimento di ricerche filosofiche dell’Università di Roma Tor Vergata hanno proposto un corso di formazione professionale intitolato Corso di educazione alle differenze affettive e sessuali.


Il corso è nato con l'ambizione di informare e sensibilizzare, in particolar modo i giovani, sulle identità di genere e sugli orientamenti sessuali, anche alla luce delle più recenti acquisizioni scientifiche. Sono state analizzate le rappresentazioni della realtà omosessuale e transessuale veicolate dai mezzi di comunicazione di massa nel rispetto del diritto dei fruitori mediali ad accedere ad un’informazione corretta.

Durante il corso, ampio spazioè stato dato alla riflessione sulle cosiddette best practices (buone prassi). Un’azione positiva in tal senso è stata l’istituzione e l’avviamento di un Osservatorio permanente sulla comunicazione e l’informazione veicolata dai mass media sull’omosessualità (OMO, Osservatorio Media e Omosessualità). Un’altra azione positiva sarà il Premio giornalistico Penna Arcobaleno istituito dall’Osservatorio e conferito ai professionisti dell’informazione-comunicazione che hanno trattato il tema dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere con maggiore competenza e professionalità.

Il progetto (Corso di formazione, Osservatorio e Premio giornalistico) è stato finanziato dalla Provincia di Roma e dall’Unione Europea è stato ideato dal giornalista Pasquale Quaranta con il coordinamento tecnico di Valeria Troya, esperta in progettazione europea (Cirps Consortium) e di René Buonocore, mediatore linguistico-culturale (Cirps Consortium).

“La proposta formativa ha avuto una durata di 60 ore di lezione in aula più 3 mesi di tirocinio e si è articola in tre moduli: sociale, salute e benessere, sicurezza. Il corso ha fornito gli strumenti d’intervento per gli allievi nell’ambito dell’informazione e comunicazione non stereotipata ma consapevole delle identità di genere e degli orientamenti sessuali. Gli argomenti trattati durante il corso hanno spaziato dal bullismo omofobico tra i banchi di scuola agli studi gay e lesbici in ambito accademico, alla comunicazione; dal minority stress al coming out in famiglia, fino alla genitorialità omosessuale; dai pronunciamenti della giurisprudenza alle leggi vigenti; dai femminielli nella cultura napoletana al transessualismo; dalla prostituzione maschile alle politiche di riduzione del danno; dalle infezioni a trasmissione sessuale al mobbing sul luogo di lavoro”.

Il Corso di educazione alle differenze affettive e sessuali è stato supportato, tra gli altri, da Agedo (associazione genitori di omosessuali), Arcigay, Arcilesbica, MIT (movimento identità transessuale), Famiglie Arcobaleno (associazione genitori omosessuali), Rete Lenford (avvocatura per i diritti glbt), Certi diritti (associazione radicale), Circolo Mario Mieli di Roma.

Bando | Programma

Giornata di studio “Omosessualità e media”, "Le parole contano"

Si è svolta mercoledì 5 ottobre, dalle ore 9 alle 18, presso l’aula Moscati dell’Università di Roma Tor Vergata (via Columbia 1)

Duranate il convegno è stato presentato OMO, l’Osservatorio Media e Omosessualità costituito per monitorare l’informazione sull’omosessualità veicolata dai media in Italia, ed è stato presentato il premio giornalistico Penna Arcobaleno, che ha conferito a tre professionisti dell’informazione che si sono distinti per competenza rispetto al tema del vissuto delle persone gay e lesbiche. “L’obiettivo del progetto è stato quello di promuovere il diritto dei lettori a ricevere un’informazione corretta, non stereotipata”.Il primo premio è andato a Chiara Beghelli (Il Sole 24 ore), il secondo posto è stato conferito a Sasha Carnevali (Il Sole 24 ore), il terzo posto infine è andato a Michele Ainis (Corriere della Sera)

La giornata di studio ha ricevuto il riconoscimento dell’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali del Ministero delle Pari Opportunità come iniziativa di rilievo nell’ambito della lotta alle discriminazioni.Ha ricevuto inoltre il supporto di RAI News ed il patrocinio dell'Ordine dei Giornalisti.

Il CIRPS CONSORTIUM desidera consigliare il libro di Pasquale Quaranta sul rapporto tra vangelo ed omosessualità. Don Franco Barbero risponde.

Don Franco Barbero è uno sacerdote messo a tacere dal Vaticano a causa del suo pensiero "aperto". Don Franco è andato avanti e nella sua comunità, a Pinerolo (To), ha continuato ad annunciare il Vangelo, ponendo attenzione a quanti sono stati esclusi dalla chiesa cattolica per idee ed orientamenti con questa contrastanti. Nella comunità di don Barbero l’amore gay è benedetto come un dono di Dio.

Tuttigli uomini e le donne hanno le proprie opinioni sui più svariati argomenti, è segno di civiltà e di cultura ascoltare le opinioni di tutti e soprattutto di rispettarle. Leggere è sicuramente un buon modo per farsi un'opinione.

-->

Video del Convegno | Immagini del Convegno | Locandina Convegno | Programma Convegno

Scuola e bisogni

Acquista il libro "Omosessualità e Vangelo" su ibs.it.